I Luoghi

Ultime news dal parco...

  • Per il prossimo weekend non prendete impe...

    Per il prossimo weekend non prendete impegni! Sabato 15 e domenica 16 febbraio presso la Villa Truffini di Tradate vi aspettiamo all'esposizione “Natura in mostra” con foto e illust... ...

  • ARRABBIATI E DELUSI!! Usciti per terminar...

    ARRABBIATI E DELUSI!! Usciti per terminare alcuni lavoretti, ci siamo imbattuti in tutto questo: foto 1 sabato avevamo notato dei sacchi e altro materiale scaricato al margine del b... ...

  • Rare e preziose, le zone umide sono in as...

    Rare e preziose, le zone umide sono in assoluto tra gli ambienti con maggiore diversità biologica. Ricoprono solo il 6% della superficie terrestre ma ben il 40% delle specie animali... ...

Immagini dal parco...

Newsletter

Subscribe to our newsletter for good news, sent out every month.

Stagno Maisa


Stagno Maisa

L'evoluzione geologica del territorio in esame ha fornito, nel passato, grandi quantità di materiale (il Loess) per la costruzione di laterizi. 

L'attività di scavo delle vecchie fornaci Maisa e Conti, presso Caronno Varesino, dismesse da qualche decennio, ha formato depressioni nel terreno che si sono via via colmate d'acqua, costituendo veri e propri stagni. Non a caso gli abitanti del luogo chiamano la vicina zona "Bagnella", per la presenza d'acqua nel sottosuolo a pochi metri di profondità. Tutte queste peculiarità hanno favorito la creazione di una zona umida integra, che ha progressivamente costituito un piccolo ecosistema in cui è possibile incontrare la gran parte delle specie faunistiche presenti nel parco, come ad esempio il germano reale, gli anfibi, i rettili.

Lo stagno Maisa è il più esteso del PLIS; è però di difficile accesso ed è ricoperto quasi del tutto da un'abbondante ed intricata vegetazione.