I Luoghi

Ultime news dal parco...

  • Queste sono le condizioni odierne dell'ar...

    Queste sono le condizioni odierne dell'area boschiva ripulita solo pochi giorni fa !! Come definire i soggetti responsabili di questi scempi? Lasciamo a voi trovare gli aggettivi ... ...

  • varesenews.it

    Sono i 14 chilometri che mancano per collegare Castellanza a Stabio. Interreg premia la provincia di Varese anche per la gestione transfrontaliera dei rifiuti inerti ...

  • Regione Lombardia, nell' ambito del PSR P...

    Regione Lombardia, nell' ambito del PSR Programma di Sviluppo Rurale 2014- 2020, operazione 8.3.01 «Prevenzione dei danni alle foreste», ha assegnato un contributo di 95.000,00 eur... ...

Immagini dal parco...

Newsletter

Subscribe to our newsletter for good news, sent out every month.

Stagno Maisa


Stagno Maisa

L'evoluzione geologica del territorio in esame ha fornito, nel passato, grandi quantità di materiale (il Loess) per la costruzione di laterizi. 

L'attività di scavo delle vecchie fornaci Maisa e Conti, presso Caronno Varesino, dismesse da qualche decennio, ha formato depressioni nel terreno che si sono via via colmate d'acqua, costituendo veri e propri stagni. Non a caso gli abitanti del luogo chiamano la vicina zona "Bagnella", per la presenza d'acqua nel sottosuolo a pochi metri di profondità. Tutte queste peculiarità hanno favorito la creazione di una zona umida integra, che ha progressivamente costituito un piccolo ecosistema in cui è possibile incontrare la gran parte delle specie faunistiche presenti nel parco, come ad esempio il germano reale, gli anfibi, i rettili.

Lo stagno Maisa è il più esteso del PLIS; è però di difficile accesso ed è ricoperto quasi del tutto da un'abbondante ed intricata vegetazione.