I Luoghi

Ultime news dal parco...

  • Per il prossimo weekend non prendete impe...

    Per il prossimo weekend non prendete impegni! Sabato 15 e domenica 16 febbraio presso la Villa Truffini di Tradate vi aspettiamo all'esposizione “Natura in mostra” con foto e illust... ...

  • ARRABBIATI E DELUSI!! Usciti per terminar...

    ARRABBIATI E DELUSI!! Usciti per terminare alcuni lavoretti, ci siamo imbattuti in tutto questo: foto 1 sabato avevamo notato dei sacchi e altro materiale scaricato al margine del b... ...

  • Rare e preziose, le zone umide sono in as...

    Rare e preziose, le zone umide sono in assoluto tra gli ambienti con maggiore diversità biologica. Ricoprono solo il 6% della superficie terrestre ma ben il 40% delle specie animali... ...

Immagini dal parco...

Newsletter

Subscribe to our newsletter for good news, sent out every month.

Bacino idrico della Selvagna


Il bacino idrico che converge nel torrente Selvagna comprende la parte nord ovest del parco e rappresenta la zona di più difficile accesso, sia per la relativa mancanza di sentieristica, sia per le valli profondamente scavate a strapiombo sulle aste torrentizie.

Il sentiero raccomandato è quello che parte da cascina Caronaccio e discende fino alla valle della Selvagna, per poi risalire al pianoro di Caronno. Ci spingiamo spesso in questa zona, fuori dai sentieri, nelle valli profondissime ed accessibili solo in determinati punti, affascinati dalla sensazione di luogo poco frequentato e quindi relativamente integro. Tutta la zona nord ovest del PLIS (dove nasce anche il Tenore, lo Scironna ed il bacino idrico di Caronno) ha la peculiarità di numerose risorgive di acqua limpida che alimentano, con portata ridotta ma costante, i numerosi riali ed è facilmente riconoscibile sulle mappe il fitto reticolato idrografico.

Il torrente Gasletti, o "Casletto" secondo le vecchie mappe, è composto da quattro rami iniziali che formano valli molto scavate, che convergono a valle in direzione nord; si immette nel torrente Selvagna costeggiando il confine nord del PLIS, poco prima della confluenza del torrente Felisera.