I Luoghi

Ultime news dal parco...

  • ECOPILLOLA # 17 – Un riccio in giardino ...

    ECOPILLOLA # 17 – Un riccio in giardino Se avete un giardino è possibile che prima o poi vi siate imbattuti in un simpatico ospite. Stiamo parlando del riccio (Erinaceus europaeus... ...

  • LA TERRA E' IL NOSTRO UNICO POSTO DOVE VI...

    LA TERRA E' IL NOSTRO UNICO POSTO DOVE VIVERE, con vero piacere abbiamo aderito all'invito a partecipare a questa giornata ecologica ideata dall' Amministrazione comunale e Protezio... ...

  • Domenica insieme alle GEV dei PLIS Insubr...

    Domenica insieme alle GEV dei PLIS Insubria Olona aderiamo all' iniziativa del Comune e della Protezione Civile di Carnago per la pulizia dei nostri boschi. ...

Immagini dal parco...

Newsletter

Subscribe to our newsletter for good news, sent out every month.

Santuario della Madonnetta


Narrano le cronache che una giovinetta muta di Caronno Ghiringhello (ora Varesino) venne a raccogliere legna verso Gornate Olona, aveva sete e bevve alla sorgente che sgorga dalla ripa della cascina morosina: recuperò la parola chiamando la madre. Molte persone accorse sul luogo trovarono un sasso raffigurante la madonna sul fondo dell'acqua.

Il luogo era sul confine tra Gornate Olona e Caronno Varesino, quindi per decidere dove erigere una cappella fu fatto correre un carro di mucche selvatiche. Un'altra grazia ricevuta da un uomo, che guarì la gamba ungendola con l'olio della cappella, fu l'evento decisivo che decretò l'ampliamento dell'edificio di culto in santuario nel 1650.

Dotata di campana nel 1680, ex - voto più antico del 1733, mentre le balaustre (oggi asportate) recavano la data del 1706. La chiesa era dedicata al Divino Salvatore, come scoprì il Cardinale Schuster nel 1933, quando visitò anche S. Michele, S. Croce e S. Nazaro.

Il Comune di Gornate Olona ha commissionato all'Arch. G. De Cesare il restauro della chiesa.